RICERCA E SVILUPPO

Soluzioni sempre all’avanguardia per l’imprenditore agricolo di successo.

Il Consorzio sviluppa ogni anno numerosi progetti di ricerca finalizzati all’incremento dell’innovazione all’interno delle azienda agricola. Un vero impegno per garantire all’imprenditore gli strumenti più all’avanguardia necessari per il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Le attività di ricerca e sviluppo riguardano in specifico sia gli aspetti produttivi (in campo e in stalla), sia gli ambiti commerciali, formativi e assicurativi.

LE ATTIVITA’ DI RICERCA

  •   ricerca per la selezione delle migliori varietà di cereali e leguminose
  •   gestione campi sperimentali e dimostrativi per l’applicazione di varietà, tecniche colturali, mezzi tecnici e meccanici
  •   ricerca applicata e gestione problematiche legate alle aflatossine
  •   sviluppo servizi di logistica avanzata per il comparto agricolo
  •   sviluppo progetti sull’agricoltura di precisione e la telemetria
  •   controllo andamento mercati internazionali e sviluppo soluzioni di controllo degli andamenti speculativi (coperture sui prezzi)
  •   sviluppo progetti per la sostenibilità
  •   nuovi progetti assicurativi
Proseme

Pro.se.me.E' l’azienda del gruppo specializzata nella ricerca per il miglioramento genetico delle varietà di cereali a paglia, foraggere leguminose ed oleaginose. La metodologia aziendale è basata rigorosamente sulla genetica tradizionale, supportata dalle più moderne strumentazioni scientifiche. PROSEME è inoltre alla base dei progetti per lo sviluppo delle filiere del grano e dei cereali a paglia. Dal 2013 è l’impresa sementiera leader in Italia nel settore grano duro (dati INRAN).

Continua su www.proseme.eu

core proseme

CORE, IL GRANO DURO D’ITALIATra i tanti successi di PROSEME, è doveroso segnalare la varietà di grano duro CORE. Introdotta sul mercato nel 2011, ha subito riscontrato il gradimento e l’apprezzamento degli agricoltori, diventando una delle varietà più diffuse in Italia e nel Mediterraneo. CORE è cresciuta in un solo anno del 188% (dati INRAN). Questa varietà ha tutte le carte in regola per diventare l’erede dei grandi grani duri storici italiani.

Continua su www.proseme.eu/catalogo/frumento-duro